Sotto la media italiana i tempi di pagamento del Comune di Fiorano

I tempi medi di pagamento delle fatture da parte del Comune di Fiorano Modenese, anche nel primo quadrimestre 2018 sono in linea con quelli europei e ben al di sotto della media italiana. “Dobbiamo essere soddisfatti di questo risultato – commenta il sindaco Francesco Tosi – che dimostra, una volta tanto, l’efficienza della pubblica amministrazione e il contributo che vogliamo dare ad un corretto funzionamento del circuito economico e finanziario. I fornitori del nostro comune possono contare su tempi certi e rapidi nei pagamenti e questo dovrebbe poter avvenire anche nei rapporti privati. Per noi si tratta del risultato di un intenso lavoro di riorganizzazione interna e di questo ringrazio tutto il personale per un risultato, nato dall’impegno corale di tutta la struttura e in particolare dei servizi finanziari”.

Nei primi quattro mesi del 2018 sono state registrate 510 fatture e ne sono state liquidate 446, pari all’87,5%, con un tempo medio di 31,46 giorni dal protocollo al mandato finale, con una media di sei giorni di anticipo di rispetto alla scadenza della fattura.

A livello nazionale, nonostante nel 2017 si sia registrato un miglioramento, i ritardi oscilla fra 27 e 59 giorni, con picchi però oltre 300 e fino a 540 giorni.  Uno studio, basato su dati Istat, Banca d’Italia e Mef, rileva come il 62% degli enti pubblici abbia pagato in ritardo nel 2017 rispetto ai vincoli di 30/60 giorni imposti dalla legge. Si tratta di un dato in calo di 8 punti percentuali rispetto all’anno precedente grazie all’andamento delle Regioni (45% contro il 55% del 2016). Migliorano Asl, Comuni e Province (fra i quali però si registrano situazioni di grave ritardo) mentre i ministeri sono in controtendenza: il 93% ha pagato in ritardo contro l’86% del 2016.