Sabato 16 giugno taglio del nastro per il nuovo oratorio di Colombaro

Nei giorni della sagra, la comunità di Colombaro ha un motivo in più per fare festa. Sabato 16 giugno, alle ore 19, nella frazione di formiginese è infatti prevista l’inaugurazione sia del nuovo oratorio, un edificio polifunzionale il cui cantiere è stato curato dalla parrocchia e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena con un contributo di 250 mila euro (la parrocchia sosterrà in autofinanziamento i costi restanti), sia delle opere, finanziate e realizzate dal Comune di Formigine, che riqualificano l’intera area vicina alla Pieve, migliorando viabilità e fruibilità.

Il nuovo oratorio di cui potranno usufruire gli abitanti della frazione è una struttura antisismica, a basso impatto ambientale ed energetico. L’edificio, destinato in prevalenza alle attività della parrocchia, ospiterà anche iniziative pubbliche, in base ad apposita convenzione stipulata con il Comune. Per quel che riguarda i lavori effettuati dal Comune, per una spesa pari a circa 150 mila euro, l’area di parcheggio guadagna posti auto, il tratto ciclabile garantisce maggiore sicurezza, mentre la nuova illuminazione, con LED urbani a ridotto inquinamento luminoso e ad alto risparmio energetico, permetterà un miglior utilizzo dell’area durante le ore serali. Al taglio del nastro di sabato, oltre al parroco di Colombaro don Gabriele Semprebon, che farà gli onori di casa, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Paolo Cavicchioli e il sindaco di Formigine Maria Costi, che così commenta l’intervento: “Oggi festeggiamo il risultato di una bella sinergia tra Comune, Fondazione e parrocchia. Colombaro attendeva da tempo una risposta alla richiesta di luoghi di incontro e aggregazione, è stata data migliorando allo stesso tempo sicurezza ed efficienza energetica”.