Da settembre 2018 rette più leggere per nidi e scuole infanzia

La Giunta Comunale ha destinato alle famiglie gran parte delle risorse attribuite al Comune di Scandiano dal Decreto Legislativo 65/2017 “Istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni” che aveva, fra i suoi obiettivi, il contenimento delle rette di frequenza per i servizi educativi.

Il decreto, finanziato per gli anni 2017/2018/2019, ha permesso all’amministrazione di approvare, da settembre 2018 e nella salvaguardia degli equilibri di bilancio, una riduzione del dieci per cento delle tariffe di Nidi e Spazi Bambini, attribuite in relazione alle fasce ISEE, e la medesima riduzione percentuale per le tariffe mensili delle scuole infanzia comunali e statali.

“E’ una riduzione significativa, riferisce l’Assessore ai Saperi Alberto Pighini, per centinaia di famiglie che in questo modo risparmieranno, nel corso dell’anno scolastico, l’esatto equivalente di una retta mensile di frequenza ai servizi educativi pubblici.”

A differenza di altre realtà comunali, che hanno utilizzato in modo legittimo le risorse per l’abbassamento dei propri costi di gestione o per sperimentazioni di nuove tipologie di servizio, la scelta del Comune di Scandiano, considerate le elevate percentuali nella rete dei servizi educativi 0/6 anni del rapporto nati/frequentanti, è andata con convinzione nella direzione di sostenere economicamente le famiglie con un riduzione dei costi di accesso.