“50 Pensierini 5 anni dopo”: un’antologia dei ‘pensierini del mattino’ del giornalista Alberto Venturi

E’ in edicola e nelle librerie del distretto sassolese ‘50 pensierini 5 anni dopo’, del giornalista Alberto Venturi, Incontri Editrice, un’antologia dei ‘Pensierini del mattino’, pubblicati quotidianamente sul proprio profilo Facebook da cinque anni, nei quali tratta, in modo sintetico, tematiche di attualità, dalla politica a questioni umanitarie. Non è e non vuole essere un influencer, ma un amico che condivide, con chi è già sveglio, una falistra, talvolta capace di accendere un approfondimento e diventare ragionamento.

Alberto Venturi ha descritto questa antologia: “Un bicchiere di ‘vin sutil’, che d’estate si può bere volentieri e credo che la selezione dei miei pensierini del 2013, sia così, non un barolo, neanche un lambrusco ma una lettura leggera, facile, che alla fine si può sorseggiare o bere in un colpo solo, perché scivola giù, spero, gradevole. Nulla di lette­rario e nulla di imperituro; ma proprio per questo, a cinque anni di distanza forse è valsa la pena recuperarli, per avere consapevolezza del tempo trascorso e di quanta acqua sia passata sot­to i ponti”.

“Sono crollato sotto il peso di due pagine intere de La Repubblica dedicate al delitto di Garlasco, con rias­sunto delle puntate precedenti, tavole e prospetti. Manca solo il plastico vespiano in omaggio, tipo uovo kinder, da montare a casa” é l’incipit del primo e “La politica può essere anche indispensabile, quan­do fa il suo dovere” la conclusione di quello natalizio. In mezzo c’è la varietà dei tempi della nostra quotidianità: i bambini strappati ai genitori in diretta tv, corpi in vendita a centimetri, la morte di Andreotti, i turni di lavoro, la promozione del Sassuolo calcio, il turismo religioso e il santuario di Fiorano, la caduta del Fascismo, ‘gli infradito del Re di Puglia’, ‘Che monumento per Pavarotti?’, ‘Sprechiamo anche i politici’, il Rolex e Halloween, ‘Santi per scelta, martiri per forza’, Olbia, Lampedusa, Genova e ritorno.

Forse l’aspetto più interessante dei ‘Pensierini del mattino’ resta, nel tempo dell’eterno cambiamento, la tenacia di durare cinque anni puntualmente, ogni giorno e di trovare ogni giorno lettori altrettanto tenaci. “Una cosa fra amici, di Facebook o della vita – spiega Venturi – famigliare come un bicchiere di vin sutil attorno ad un tavolo, saranno anche le presentazioni, un’occasione di incontro. Intanto in calendario c’è uno spazio nell’Andam a Vegg del 28 luglio in Piazza a Fiorano; altre le stiamo predisponendo, disponibile ad ascoltare proposte per luoghi pubblici o anche nel cortile delle case (Il vin sutil ce lo mettete voi!)”.