Bredamenarini, fallimento evitato e sblocco delle condizioni per il pagamento degli stipendi. Il commento del presidente della Regione

“Un primo passo, importante. Finalmente un segnale positivo per i lavoratori per il quale, insieme a loro e ai sindacati, al Comune e a tutta la città di Bologna ci siamo battuti. Adesso serve però una soluzione strutturale: una seria ricapitalizzazione che rafforzi la struttura societaria con investitori credibili, che poggi su un serio piano industriale per il rilancio produttivo e la tutela di tutti i posti di lavoro”.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, prende atto con soddisfazione degli esiti registrati in giornata sull’ex Bredamenarini bus: lo sblocco delle condizioni per pagare gli stipendi e la decisione di non mettere in liquidazione la società, ratificata dai vertici di Industria Italiana Autobus dopo l’incontro di questa mattina al ministero dello Sviluppo economico con i sindacati e l’azienda stessa.

In missione istituzionale in California per partecipare al summit dell’Onu sui cambiamenti climatici e il rafforzamento degli impegni dei Governi territoriali, Bonaccini si tiene costantemente aggiornato sulla vertenza. “E’ sicuramente positivo che sia stato scongiurato il fallimento- afferma-. I sacrifici sostenuti dai lavoratori in tutti questi mesi di lotta non possono essere vanificati. Ora bisogna fare quel salto di qualità che da tempo invochiamo. La Regione c’è ed è pronta a sostenere il rilancio produttivo dell’azienda con risorse e strumenti propri, già collaudati nel tempo per altre crisi e trasformazioni aziendali. Il Governo convochi il tavolo e avanzi una proposta credibile e condivisa con i lavoratori, e noi faremo la nostra parte”.