Scuola, lunedì tornano sui banchi 39 mila studenti: numeri delle superiori della Città metropolitana

Lunedì mattina il suono della campanella darà ufficialmente il via al nuovo anno scolastico per i 38.925 studenti delle scuole medie superiori del territorio metropolitano bolognese. Per l’anno scolastico 2018/2019 la Città metropolitana ha investito 130 mila euro per l’acquisto di 1.778 banchi, 100 lavagne, 55 cattedre, 50 tavoli da disegno e altri arredi minori per i 32 istituti superiori che accoglieranno le ragazze e i ragazzi in 1.677 classi.

Da quest’anno l’offerta formativa del nostro territorio si arricchisce di una nuova istituzione scolastica: l’ex succursale dello Scappi di Castel San Pietro avrà infatti una propria autonomia con una sede a Casalecchio di Reno e una in Valsamoggia (Crespellano) per un totale di 771 studenti. È stato avviato l’iter burocratico per intitolare il nuovo istituto alberghiero a Luigi Veronelli, figura di spicco nella diffusione e valorizzazione del patrimonio enogastronomico italiano, giornalista e scrittore scomparso il 29 novembre 2004.

Nella sede di Valsamoggia/Crespellano sono state realizzate tre nuove aule che vanno ad aggiungersi a quelle già esistenti, mentre lo scorso anno erano stati realizzati i nuovi laboratori ad uso didattico: sala, bar, cucina così da poter rispondere al meglio alle esigenze didattiche dei 254 studenti dell’istituto (nel video alcune immagini dei ragazzi al lavoro nei nuovi laboratori). Nel 2019 sono previsti ulteriori interventi con nuove aule e laboratori.

 

Daniele Ruscigno, consigliere delegato alla scuola della Città metropolitana, parteciperà all’evento di inaugurazione del nuovo istituto alberghiero nella sede di Casalecchio di Reno (ore 11 via Cimabue 2 – Casalecchio di Reno).

Gli edifici scolastici sui quali nell’estate la Città metropolitana ha concentrato maggiormente i lavori sono: il Crescenzi-Pacinotti per il trasferimento delle Sirani, l’ISS Archimede (adattamento locali per l’aumento delle iscrizioni), oltre ad altri interventi di razionalizzazione degli spazi nelle due sedi dell’Alberghetti di Imola e al Liceo Fermi. All’IIS Caduti della Direttissima si sono ottimizzati gli spazi per ricavare un laboratorio e un’officina, mentre al liceo Galvani è stata ultimata la realizzazione della biblioteca ed è prevista la realizzazione di una aula di chimica “virtuale” presso la sede distaccata.

Nel 2019 sono già in programma lavori per gli adeguamenti prevenzione incendi per: l’istituto professionale Aldrovandi-Rubbiani, l’IIS Belluzzi Fioravanti, il Liceo Copernico, il Liceo Fermi, il Liceo Galvani, il liceo artistico Arcangeli, il Rosa Luxemburg, il Manfredi Tanari, il Liceo Minghetti, il Pier Crescenzi/Pacinotti Sirani, il liceo Righi, l’Istituto Serpieri, l’IIS Alberghetti, l’IIS Cassiano, il Rambaldi Valeriani, lo Sacarabelli-Ghini, l’ISS Malpighi, il Leonardo Da Vinci, l’IIS Giordano Bruno, l’IIS Majorana, l’IIS Mattei, l’IIS Caduti della Direttissima e l’IIS Montessori-Leonardo Da Vinci.

“Oltre ad esprimere i migliori auguri a tutte le ragazze e i ragazzi che inizieranno la scuola lunedì, – dichiara Daniele Ruscigno – desidero ringraziare tutto il personale docente e non che ogni giorno si impegna con passione e professionalità nelle nostre scuole. La Città metropolitana continuerà ad impiegare al meglio le risorse e le energie per offrire a tutti una risposta formativa di qualità. Ne è dimostrazione l’imminente affidamento per la progettazione esecutiva del nuovo polo scolastico che sorgerà nell’area adiacente al Copernico – annuncia Ruscigno – un investimento da 6 milioni per realizzare tre moduli che dal 2021 potranno accogliere fino a 900 studenti”.