Il festivalfilosofia dà appuntamento al 2019: “persona” sarà il tema della prossima edizione

Tre giorni con i maestri del pensiero per indagare i significati e le sfaccettature di “verità”. Da venerdì 16 settembre a oggi questo tema ha fatto riflettere Modena, Carpi e Sassuolo e le loro piazze piene di giovani, studenti, stranieri e cittadini di ogni età.

Anselmo Sovieni, Presidente del Consiglio direttivo del Consorzio per il festivalfilosofia e membro del Consiglio d’amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena sottolinea: “E’ un’edizione che ci lascia particolarmente soddisfatti: c’è un bel clima – oltre a quello meteorologico, che ci ha assistito – ed è un clima di partecipazione e attenzione. Lezioni magistrali, spettacoli e manifestazioni artistiche sono ancora in corso, ma in base alle prime proiezioni possiamo stimare che l’affluenza di pubblico agli appuntamenti in programma – che ricordiamo sono tutti gratuiti –  si attesta intorno alle 180mila presenze, in linea con quelle dello scorso anno. In particolare segnaliamo una partecipazione uniforme alle lezioni, segno che il tema era azzeccato”.

È “persona” il tema della prossima edizione. Un argomento complesso, come tutti quelli scelti finora, come sottolinea il direttore Daniele Francesconi: “L’edizione 2019 del festival (in programma dal 13 al 15 settembre) sarà dedicata a persona, una categoria di lunga durata della cultura europea, fondamento dell’autonomia individuale e dei diritti umani. Sempre immersa in una rete di reciprocità, alla persona si riconduce il principio di dignità, sia nel campo sociale e politico (come per esempio nel caso del lavoro), sia nelle questioni bioetiche di inizio e fine vita. Si indagherà anche il modo in cui l’essere persone passi attraverso il riconoscimento e la messa in scena del sé, in cui si esprime la soggettività di ciascuno”.

Anche Remo Bodei, Presidente del Comitato scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia, sottolinea come il nuovo tema consenta di affrontare molteplici nodi di riflessione: “Come sempre il festival sceglie una categoria complessa da mettere sotto esame: il concetto di persona è una piattaforma che regge l’umano, dall’aspetto biologico ai suoi diritti, partendo dalla stessa costituzione”.