Perseguitata dall’ex, giovane sassolese denuncia ai carabinieri quanto stava subendo

Stanca delle continue vessazioni subite dall’ex compagno, una giovane sassolese che aveva deciso di crearsi una nuova vita con un altro uomo, ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri della Stazione di Sassuolo denunciando quanto stava subendo. Da qui l’avvio delle indagini. L’imposizione a non frequentare alcun uomo, il divieto di usare i comuni social network, minacce e offese continue, pedinamenti e lesioni, sono solo alcuni comportamenti che l’uomo, un albanese domiciliato a Scandiano, aveva messo in atto da qualche mese nel confronti della ex.

Ma vittima di tale follia non era solo la donna, visto che le indagini hanno rivelato che in più occasioni lo stalker aveva rivolto le sue attenzioni anche al nuovo compagno di quest’ultima, arrivando addirittura a minacciarlo con un coltello. Raccolti tutti gli elementi, i militari sassolesi hanno posto gli esiti investigativi all’attenzione dell’Autorità Giudiziaria Modenese che, concordando con la gravità degli eventi, ieri ha emesso un provvedimento cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’uomo che ha trasmesso, per l’esecuzione, alla Tenenza di Scandiano.

Con il provvedimento in mano i militari scandianesi hanno subito avviato le ricerche del destinatario il quale, rintracciato in serata, è stato accompagnato in caserma dove gli è stata notificata la misura restrittiva, poi riaccompagnato al suo domicilio dove, in attesa dei prossimi provvedimenti, dovrà rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.