Aperture straordinarie della Biblioteca Salvemini di Scandiano

Per l’Amministrazione comunale di Scandiano l’accesso al sapere, all’informazione e alla formazione sono diritti della comunità che devono essere perseguiti con grande attenzione soprattutto in un periodo storico come quello attuale caratterizzato da individualismo, netta separazione tra le classi sociali e impoverimento generale non solo economico. Nelle linee di mandato di questa Amministrazione, i servizi culturali sono individuati come risorse e preziosi presidi del territorio, luoghi di incontro, scambio, approfondimento. Fra di essi molto importante è il ruolo che riveste la biblioteca Salvemini, frequentata giornalmente da centinaia di ragazzi, giovani, bambini con genitori, adulti che vivono quegli spazi sfruttando al massimo le opportunità proposte, dalla semplice lettura alle sale studio, dalle sezioni con giornali e riviste, cd musicali, film, agli spazi per bambini a quelli con le postazioni per la navigazione della rete. Una biblioteca polifunzionale che promuove la cultura dell’informazione a più livelli in modo trasversale.

“In tutti questi anni” spiega Alberto Pighini Assessore ai Saperi del Comune “abbiamo cercato di potenziare i servizi culturali nell’ottica di offrire proposte differenziate che rispondessero ai diversi bisogni della nostra comunità, promuovendo iniziative per pubblici differenti in rete con le associazioni del territorio e le altre biblioteche della provincia di Reggio Emilia.

La nostra bibliotca è oggi vissuta e frequentata da moltissime persone che ne apprezzano i diversi servizi. Con le rassegne Autori in prestito, Biblio days, gli appuntamenti di Nati per leggere, le collaborazioni con le scuole del territorio, da quelle dell’infanzia alle superiori, i laboratori e le iniziative rivolte ai più piccoli, siamo riusciti ad allargare il numero degli iscritti e degli utenti attivi.

Oggi la biblioteca è un servizio centrale dell’offerta culturale dell’Amministrazione comunale, un servizio che cresce ed amplia le proposte anno dopo anno. In quest’ottica abbiamo pensato di aprire la biblioteca alla domenica pomeriggio, dalle ore 15 alle 19, nei mesi da ottobre a marzo 2019 per dare l’opportunità, nei mesi invernali più freddi, di poter usufruire di un luogo accogliente dove informarsi, studiare, partecipare ad iniziative, trovare libri e altri materiali interessanti. Queste nuove aperture richiedono all’Amministrazione uno sforzo importante che comporta risorse e personale aggiuntivi, ma siamo convinti sia necessario in questi tempi potenziare l’offerta culturale con una particolare attenzione verso i giovani e le famiglie.

I servizi culturali sono i veri presidi sul territorio che possono fare la differenza e creare un valore aggiunto prezioso per il benessere di una comunità. Durante queste aperture straordinarie saranno disponibili al pubblico tutti i servizi della biblioteca e sono in programma anche iniziative specifiche per la promozione della lettura e degli autori contemporanei.”