Sabato a Scandiano inaugura Made, Magazzino di esperienze

Sabato prossimo 27 ottobre a Scandiano inaugurerà in via Diaz 18/b un nuovo polo unico nel suo genere a livello regionale denominato MADE, “un progetto che si pone come punto di riferimento sui temi dell’innovazione, della creatività, della formazione, dello studio e del lavoro – spiega Elisa Davoli Assessore alle Politiche giovanili del Comune di Scandiano – più di 2000 metri quadrati suddivisi in spazi comunicanti e interagenti fra loro composti da una caffetteria, da sale polivalenti, uno spazio studio per giovani studenti e universitari, uno spazio coworking, uno spazio computer e fab lab, uno spazio giovani, alcune sale prova e una sala incisione. MADE nasce dalla progettualità della Società Cooperativa Base composta da Giulia Ferretti e Claudio Bertolani, vincitrice del bando pubblico per la gestione del Centro Giovani e della Sala polivalente Casini. MADE vuole essere punto di ritrovo per un intero territorio, scambio di esperienze, luogo di socialità, convivialità, esperienze, approfondimenti, opportunità”.

“L’inaugurazione sarà l’occasione – spiega Giulia Ferretti della Società Cooperativa Base – per mostrare al pubblico tutti gli spazi di MADE e tutte le possibilità e opportunità che in esso convivono. Quando insieme a Claudio molti mesi fa abbiamo cominciato a dare forma a questo progetto abbiamo voluto mettere al centro le esperienze delle persone e la loro partecipazione e da qui è nato infatti il nome: MADE è acronimo di Magazzino di esperienze. Vorremmo che il nostro progetto rimasse aperto al territorio e alle esperienze che incontra, non vogliamo essere un mero contenitore o una scatola chiusa di corsi o progetti, piuttosto pensiamo che il MADE possa caratterizzarsi come un luogo in divenire, che può modificarsi anche grazie agli incontri e alle creatività che vi prendono parte. Questo momento inaugurale ci permetterà anche di presentare il ricco calendario di inziative del MADE per l’anno 2018/19. Un primo calendario sarà quello dedicato ai laboratori; tra i tanti corsi in programma stampa 3D, street art, hip hop, teatro a cura di Mamimo, software libero a cura di Ass. Linux, lingue straniere e musica a cura di Cepam, informatica di base a cura di Spi. Un secondo calendario sarà quello delle iniziative formative rivolte a tutta la cittadinanza ed in particolare a famiglie, docenti di scuole medie e superiori e professionisti del settore socio-educativo; si tratta di una rassegna a cura dell’impresa sociale “Base” che esplorerà temi quali l’educazione, gli stili di consumo, le nuove tecnologie. Infine, un terzo calendario sarà dedicato agli eventi ricreativi, culturali e artistici in senso stretto”.

Durante l’inaugurazione sarà possibile assistere alle performance artistiche realizzate da due tra i maggiori street artist a livello internazionale, Collettivo FX e Nemo’s, che da anni collaborano con il Progetto Giovani e l’Amministrazione comunale, e che da alcune settimane sono impegnati in tre opere realizzate nell’area esterna del polo e su via Roma.

Alle ore 17,30 nella Sala Casini si terrà la conferenza spettacolo della giornalista Lorella Zanardo, uno dei volti più importanti della formazione e divulgazione a livello nazionale, dal titolo SCHERMI: se li conosci non li eviti. Spiega la Zanardo stessa relativamente al suo progetto “Uno dei grandi limiti nella crescita delle nuove generazioni in Italia è la profonda differenza nel tasso di sviluppo tra comunicazione e formazione. Nel nostro paese è venuto meno ogni proficuo legame tra questi due ambiti, entrambi decisivi nel progresso di una comunità complessa. Ne deriva che i cittadini vengono raggiunti dalla grande massa dei messaggi dei mass media, per lo più audiovisivi, senza avere l’educazione di base per una fruizione consapevole. Ma cittadini si diventa, così come pubblico si diventa. Educare ai media è dunque fondamentale in una società in cui il ruolo dei mezzi di comunicazione è determinante ormai in tutti gli ambiti della vita. E diventa urgente se teniamo conto che la Tv è guardata da oltre il 98% della popolazione, che l’abbandono scolastico è del 17,5% e che l’analfabetismo funzionale è al 38%, ovvero che i media agiscono su un tessuto sociale in crisi educativa e culturale”.

A seguire ci sarà il taglio del nastro da parte del Sindaco di Scandiano Alessio Mammi alla presenza del Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e la visita agli spazi del polo.

Seguirà un evento musicale e un aperitivo che verrà gentilmente offerto da Conad e Party Lab.

Per informazioni: www.polomade.it