Scomparso Massimo Bagni, presidente della coop. La Lumaca di Modena

E’ scomparso a 55 anni Massimo Bagni, dopo una lunga malattia, storico presidente e socio fondatore della Cooperativa La Lumaca di Modena.

Massimo Bagni risiedeva a San Valentino, frazione di Castellarano, ma lavorava ogni giorno a Modena, come presidente de La Lumaca di Modena, una delle principali imprese nazionali nel settore dell’educazione e della comunicazione ambientale e cooperativa impegnata in servizi educativi nelle scuole, nella gestione di centri estivi e di CEAS (Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità) per diversi comuni modenesi, presente sul territorio con numerose attività di informazione ambientale rivolte ad enti pubblici e privati. Massimo Bagni è anche stato membro della Direzione di Legacoop Estense e ha rivestito con grande senso di servizio anche la carica di Assessore a Castellarano, il suo Comune di residenza.

Poco più di un anno fa la diagnosi di una terribile malattia che lo ha portato ad intraprendere un lungo calvario, sostenuto dalla moglie Graziella e dal figlio Davide, insieme all’affetto di familiari e amici. I soci e i dipendenti de La Lumaca si stringono attorno alla famiglia straziata dal dolore e ricordano nel profilo aziendale (www.lalumaca.org) l’immagine del loro presidente con il suo sorriso solare e contagioso.

Le esequie funebri si svolgeranno domani, venerdì 2 novembre alle ore 15 con rito civile nel locale a fianco della chiesa di San Valentino (Castellarano).