Boretto: torna in paese nonostante il foglio di via, denunciato

Ai carabinieri di Boretto che l’hanno riconosciuto in quanto di recente allontanato con foglio di via obbligatorio dal comune, ha avuto la sfrontatezza di giustificare la sua presenza sostenendo essere di passaggio. Dalla strada alla vicina caserma il passo è stato breve. Qui il cittadino pakistano 26enne residente a Brescello veniva denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di inottemperanza al foglio di via obbligatorio per anni 3 cui era stato per l’appunto sottoposto.

I fatti oggetto dell’odierna denuncia si sono verificati l’altra sera quando una pattuglia dei carabinieri della stazione di Fabbrico, nel corso di un servizio di controllo, aveva modo di controllare un uomo alla guida di un BMW 520. Subito riconosciuto in un albanese 26enne di Brescello veniva condotto in caserma in quanto non poteva trovarsi nel comune di Boretto in quanto colpito da foglio di via obbligatorio per 3 anni. Un provvedimento emesso a maggio dello scorso anno in quanto il 26enne era stato denunciato per essersi reso responsabile di reiterate minacce nei confronti del titolare di un esercizio pubblico di Boretto che impaurito da tale condotta aveva denunciato i fatti ai carabinieri. Oltre alla denuncia per minacce aggravate all’uomo era stato comminato il foglio di via obbligatorio dal comune di Boretto che ha evidentemente violato tornando nel comune. Per questo motivo, prima di essere nuovamente allontanato, veniva condotto in caserma e denunciato.