Unibo e Datalogic insieme per la ricerca e l’innovazione

È stato firmato stamattina, in Rettorato, dal Prorettore Vicario Mirko Degli Esposti e dall’amministratore delegato di Datalogic, Dott.ssa Valentina Volta, un accordo quadro di collaborazione della durata di sei anni per portare avanti, insieme, attività di didattica, ricerca, sviluppo e innovazione nell’ambito dell’acquisizione e gestione dati.

Un accordo di elevato interesse strategico e valore scientifico che mette a sistema le competenze e rafforza le interazioni già esistenti tra singoli gruppi di ricerca e strutture dell’Alma Mater e della Società Datalogic che, dal 1972, è specializzata nella progettazione e produzione di lettori di codici a barre, mobile computer, sensori per la rilevazione, misurazione e sicurezza, sistemi di visione e marcatura laser.

La collaborazione prevede la progettazione di attività di ricerca commissionata, la partecipazione congiunta a bandi e programmi di ricerca regionali, nazionali, europei e internazionali, il finanziamento di assegni di ricerca e borse di Dottorato, oltre ad attività formative, eventi per attivare tirocini e avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, iniziative di trasferimento tecnologico e co-branding.

“L’accordo con Datalogic – ha dichiarato il Rettore Francesco Ubertini – rappresenta un altro tassello del puzzle che l’Alma Mater sta componendo insieme alle imprese più innovative, per creare impatto sul territorio e favorire lo sviluppo di innovazione attraverso le ricadute della ricerca, della formazione e della terza missione”.

“L’accordo porta a sistema le collaborazioni già in atto- ha aggiunto il Vicario Mirko Degli Esposti- ed è fondamentale, perché lo sviluppo dell’algoritmica e dell’intelligenza artificiale ci mette davanti a un’accelerazione che rende ormai desueto anche il concetto stesso di trasferimento tecnologico”.

“Si tratta di un accordo molto importante – ha spiegato la Delegata del Rettore per l’imprenditorialità, prof.ssa Rosa Grimaldi, – in linea con una strategia più ampia dell’Ateneo che sta portando avanti, già da tre anni, proficui rapporti di collaborazione con le imprese (dal 2016 ad oggi l’Alma Mater ha attivato 25 accordi con le imprese, mentre 10 sono in fase di negoziazione). In particolare, con Datalogic si firma oggi un accordo quadro di 6 anni che riguarda vari ambiti: la ricerca e innovazione, il trasferimento tecnologico, la formazione, il dottorato di ricerca”.

“Sono molto soddisfatta di questo accordo che rinnova la collaborazione tra la nostra azienda e l’Alma Mater, rafforzando e ampliando, con molti elementi di novità, una sinergia che va avanti dal 2014. – ha dichiarato la Dott.ssa Valentina Volta, AD di Datalogic – Datalogic leader mondiale in ambito high-tech, attraverso questa stretta collaborazione con l’Università, potrà sviluppare tecnologie sempre più innovative e promuovere progetti di ricerca e di formazione, permettendo il trasferimento tecnologico necessario allo sviluppo di prodotti sempre più innovativi da lanciare sul mercato.”