Elisoccorso notturno, altri due interventi salva-vita

Ancora due interventi salva-vita dell’elisoccorso notturno in provincia di Modena. Il primo è avvenuto intorno alle 18 all’eliporto di Pavullo: un anziano di 84 anni, colpito da infarto a Polinago, è stato soccorso dall’ambulanza e dall’automedica di Pavullo. Grazie all’intervento tempestivo dell’elisoccorso, l’uomo è stato trasportato all’Ospedale di Baggiovara, dove è stato immediatamente sottoposto ad angioplastica. Ricoverato in prognosi riservata, le sue condizioni sono stabili.

Il secondo intervento dell’eliambulanza proveniente da Bologna a Sorbara, alle 2.45 della scorsa notte, in soccorso a un automobilista di 45 anni vittima di un incidente stradale a Sozzigalli di Soliera. Sul posto sono intervenuti, oltre all’ambulanza del 118 proveniente da Carpi, forze dell’ordine e Vigili del Fuoco, che hanno permesso di liberare l’uomo dalle lamiere. Dalla piazzola di Sorbara l’uomo è stato trasporto dall’elisoccorso all’Ospedale Maggiore di Bologna, dove si trova ricoverato in prognosi riservata.

Quella di Sorbara è una delle cinque aree recentemente abilitate, insieme a quelle di Campogalliano, Cavezzo, Nonantola e Novi di Modena, che si vanno ad aggiungere alle basi già operative, ovvero Modena (Baggiovara e Policlinico), Montese, Palagano, Pavullo, Fanano, Fiumalbo, Pievepelago, Sassuolo, Sestola, Carpi, Zocca, Serramazzoni, Prignano, Finale Emilia, Mirandola, San Martino Spino e Vignola.

L’elisoccorso notturno si conferma sempre più elemento centrale nella rete di Emergenza urgenza: sono 39 gli interventi effettuati in notturna dall’eliambulanza dal 15 agosto, da quando il servizio è stato potenziato grazie all’acquisto da parte della Regione Emilia-Romagna di un mezzo equipaggiato con tecnologia NVG (night vision goggles). L’adeguamento permette decollo e atterraggio in notturna anche in aree e piazzole non illuminate con modalità operative analoghe a quelle diurne, e in piena sicurezza.